joomla template

Ho raccolto in questa sezione alcune delle domande più frequenti chi mi sono state rivolte da chi voleva iniziare un percorso formativo nel mondo e nell'arte della danza egiziana, dalle mie allieve che sempre hanno il piacere di imparare nuove nozioni e scoprire nuovi orizzonti, oppure dalle numerose persone che sono rimaste affascinate o incuriosite dalle mie esibizioni.

Se avete domande che non trovate in questa lista potete inviarmi la vostre richieste tramite l'apposito modulo o cliccando qui. Solo se solo vorrete potrò pubblicare la mia risposta in questa sezione.


Mi piacerebbe provare ma mi dicono tutti che sono un po’ un "maschiaccio".

Molto spesso nella nostra società alla donna è richiesto un atteggiamento sicuro, deciso, mascolino e professionalmente dobbiamo lottare in un mondo maschile; tutto questo può creare disagio nell’esprimere apertamente la propria femminilità. Questa danza ci aiuta a entrare nell’intimo nel nostro corpo e nella nostra mente e apre una porta sul mondo stupendo della femminilità, ci fa riscoprire la sensualità, ci insegna a vivere in un mondo maschile con l’orgoglio di essere donna. In questo senso non solo non ci sono problemi nel tuo caso ma credo di non poter essere smentita se affermo che la danza egiziana è quasi una “terapia naturale” per riequilibrare il rapporto maschio-femmina che c’è in ognuno di noi.

Non ho mai praticato danza o ballo: possono avere difficoltà nell’iniziare?

Non è necessario avere nessuna esperienza nel ballo per iniziare a imparare la danza egiziana anzi, addirittura c’è chi sostiene che è più facile costruire una buona base tecnica su soggetti come tè, che rappresentano in un certo qual modo un terreno “vergine”, non contaminato da esperienze in altri generi di ballo. Le lezioni per principianti partono sempre da uno studio base dei ritmi più semplici, ai quali pian piano si aggiungeranno i vari passi sempre più complessi, l’uso delle braccia, e via via le figure sempre più elaborate. Ovviamente, il percorso evolutivo sarà diverso da persona a persona, ma il mio compito d’insegnante è proprio quello di capire le esigenze di ogni allieva, le sue caratteristiche e le sue potenzialità, in modo tale da “personalizzare” per quanto possibile la didattica.

Soffro di mal di schiena: posso aver problemi praticando questa danza?

A meno che non ci siano gravi problemi alla tua spina dorsale, e questo te lo deve dire il tuo medico curante, questa danza può senza dubbio aiutarti a riprendere una postura corretta. Infatti, la pratica costante della danza egiziana rafforza la muscolatura dorsale e favorisce l’eliminazione delle contratture muscolari dovute a squilibri di assetto ortostatico o a problemi posturali legati a insicurezza emotiva, ansia, ecc … Giorno dopo giorno potrai notare un progressivo miglioramento del tuo atteggiamento posturale: avrai la testa “più dritta”, le spalle “più rilassate” e il busto in atteggiamento fisiologico naturale. Addio mal di schiena!

Vorrei iniziare, ma mio marito è molto geloso.

Lo sappiamo, i mariti gelosi non vedono di buon occhio la pratica della danza da parte della moglie. Però nel nostro caso non ci sono problemi, perchè la danza egiziana è praticata solo da donne, a differenza di quasi tutte le altre danze. Se vuole può venire a dare un'occhiata alle nostre lezioni e, ti assicuro, non avrà mai alcun motivo per irritarsi. Anzi, ti devo dire di più: il fatto di farti uscire di casa alla sera con questa tranquillità e garanzia può addirittura aiutarlo a "guarire" un po' dalla sua malattia!

Vorrei iniziare, ma sono un po’ in sovrappeso e questo mi provoca un certo imbarazzo …

Non crearti dei problemi, questa danza è tutta al femminile, non incita la competizione, anzi unisce e crea complicità con le altre amiche del gruppo. Lasciandosi andare e danzando insieme gioiosamente si riscopre la bellezza profonda del proprio corpo, il danzare insieme con le altre donne senza essere contaminate dalla competitività ridona, se necessario, la gioia di essere donna, l’orgoglio e la consapevolezza del nostro corpo che avevamo perduto acquistando in compenso qualche chilo di troppo. Del resto i canoni estetici che rappresentano, in un certo qual senso, l’iconografia della ballerina di danza egiziana non sono certo quelli della “fotomodella” filiforme: anzi, le forme “arrotondate” possono addirittura aiutarci a evidenziare i movimenti delle anche e del bacino.

Condividi questo articolo

Trova nel sito

il mio blog little

Archivio blog

Giugno 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

Non solo danza

Danza gipsy e arabo-andalusa

Le monetine danzanti

Lezione di prova

Prova a fare qualche passo di danza egiziana al ritmo delle musiche mediorientali.

Contattaci